Le nostre camere


camera matrimoniale

All'Hotel Daunia ti sentirai come a casa.

Le nostre camere sono dotate di tutti i comfort e l'hotel dispone di:

  • american bar,
  • sala colazione
  • parcheggio privato esterno,
  • wi-fi gratuito in tutte le stanze


Il nostro obiettivo è quello di soddisfare le esigenze dei nostri clienti e di rendere ogni permanenza il piú piacevole possibile, perchè i nostri clienti ritornino per un altro soggiorno.
Scopri le offerte e le promozioni.

La città di Modena


vista panoramica Modena

Modena (Mòdna in dialetto modenese, dall'etrusco Mutna, mutato poi in Mutina dai romani) è un comune italiano di 185.148 abitanti[2], capoluogo dell'omonima provincia in Emilia-Romagna.

La città di Modena è stata dal 1598 al 1859 capitale del ducato degli Este ed è un'antica sede universitaria e arcivescovile.

 

Dal 1947 la città è anche sede (nel palazzo ducale) dell'Accademia Militare dell'Esercito e dell'Arma dei Carabinieri.

Il Duomo, la Torre Civica e la Piazza Grande della città sono inserite, dal 1997, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

 

La città si trova circa al centro della provincia di cui è capoluogo, nella Val Padana in un territorio completamente pianeggiante. Due fiumi la circondano senza peraltro attraversarla: il Secchia ed il Panaro, la cui importanza per la città è testimoniata anche dalla presenza della Fontana dei due fiumi, dello scultore modenese Giuseppe Graziosi, situata in Largo Garibaldi.

Nasce all'interno della città il canale Naviglio, che sfocia nel fiume Panaro all'altezza di Bomporto. Un tempo accessibile al trasporto fluviale, il canale è ora sotterraneo e non accessibile all'interno della città.

Cosa visitare - La Ghirlandina, il Duomo e molto altro...


duomo di modena

DUOMO DI MODENA

 

La cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta e San Geminiano è il principale luogo di culto della città diModena, chiesa madre dell'arcidiocesi di Modena-Nonantola.

Capolavoro dello stile romanico, la cattedrale è stata edificata dall'architetto Lanfranco nel sito del sepolcro di san Geminiano, patrono di Modena, dove in precedenza, a partire dal V secolo, erano state già erette due chiese.
Nella cripta del duomo si trovano le reliquie del santo, conservate in una semplice urna del IV secolo ricoperta da una lastra di pietra e sorretta da colonne di spoglio. Il sarcofago, custodito entro una teca di cristallo, viene aperto ogni anno in occasione della festa del santo stesso (31 gennaio) e le spoglie del santo, rivestite degli abiti vescovili con accanto il pastorale, vengono esposte alla devozione dei fedeli.

A fianco della cattedrale sorge la torre campanaria detta la Ghirlandina.

 

GHIRLANDINA

 

Col nome di Ghirlandina è tradizionalmente conosciuta la torre campanaria del Duomo di Modena.

Alta 86,12 metri, ben visibile al viaggiatore che arrivi in città da qualunque punto cardinale, la torre è il vero simbolo diModena.

La Torre Civica, con il duomo e la Piazza Grande della città, è stata inserita dal 1997 nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

L’originale Torre di San Geminiano, di pianta quadrata, innalzata su cinque piani entro il 1179, fu poi rialzata nei due secoli successivi (anche per motivi di rivalità con le torri bolognesi) con l’introduzione della caratteristica puntaottagonale, secondo un disegno di Arrigo da Campione, uno dei tanti ‘Maestri campionesi’ che tra Duecento e Quattrocento aggiornarono lo stile della cattedrale al nuovo gusto gotico. La punta è ornata da due ghirlande, vale a dire due ringhiere di marmo, da cui il nome.

 

(fonte - WIKIPEDIA)

Prenota

Prenota subito o richiedi informazioni

Share by: